Sovranismo. Un destino idiota

Il contrasto vero dei tempi nuovi come delle vecchie tradizioni non è tra dittatura e libertà, ma tra libertà e unanimità […].

Piero Gobetti, La rivoluzione liberale

Dopo quasi tre anni di lavoro, spinto tanto dal bisogno di mettere su carta i miei pensieri sul tema del sovranismo, quanto da una sensazione d’urgenza a cui il Paese ci ha abituati a convivere da più di dieci anni (a cui evidentemente nessuno può abituarsi del tutto) ho portato a termine questo libro. Il testo non è né un pamphlet polemico né un saggio di psicologica, di economia, di politica o di sociologia, ma qualcosa di tutti e cinque.

È un atto di resistenza morale e intellettuale al degrado morale e intellettuale in cui versa l’Italia e la cui ingravescenza è oggi evidente a tutte le persone di buon senso.

Condividerò anticipazioni sul libro, sviluppando temi e cercando di intavolare una discussione con le persone che vorranno condividere il loro pensiero.

Solo con una nuova configurazione di incentivi, che premi il merito e sanzioni i comportamenti antisociali (nepotismo, clientelismo, evasione fiscale, pratiche corruttive) può rimettere il Paese sul binario della modernità. Solo la superstite parte sana del Paese può liberare l’Italia dai barbari interni. Solo i giovani e le persone di buon senso possono sottrare l’Italia al suo destino idiota.

Da Sovranismo. Un destino idiota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *